lunedì 9 novembre 2015

Intervista Arianna Berna

intervista a cura di Monica Coppola




I quattro aggettivi che sento miei sono: solare, positiva, romantica e sognatrice
Mentre quelli per descrivere il romanzo Imperfetta sono: ironico, riflessivo, sorprendente e emozionante



Le emozioni collegate a Imperfetta sono: il desiderio di realizzare un sogno, la frustrazione di vederlo infranto, la paura di affrontarlo e il coraggio di guardarsi dentro. 
Le 4 emozioni che mi caratterizzano sono abbastanza simili: l’euforia della scoperta di nuove vie, la passione e la tenacia nel rincorrere gli obiettivi, la paura di non riuscirci e la soddisfazione nel vedere i frutti di tanta fatica.



Imperfetta è nata d’estate, nella cornice della splendida Sardegna. E’ uscita dal mio inconscio quasi di forza, mi sono immedesimata nella narrazione e gli eventi prendevano forma nella stesura, quasi ci fosse una sorta di simbiosi con i personaggi.
In Imperfetta c’è molto di me, dei miei pensieri e dei sentimenti e anche se non è autobiografica, racconta una storia di vita in cui realtà e fantasia si mescolano creando emozioni e personaggi tutti nuovi.



Imperfetta a dire il vero ha avuto un percorso tortuoso prima di arrivare alla pubblicazione lo scorso luglio. Era stata selezionata per la pubblicazione da un editore di Treviso, ma ho visto il sogno infrangersi ad un passo dalla realtà a seguito di un fermo nelle attività di pubblicazione dell’editore. Nonostante la forte delusione, non potevo lasciare Imperfetta in un cassetto e ho preso la palla al balzo del concorso letterario “Il mio esordio” per dare respiro ad una intensa storia di amore verso se stessi. In seguito ho deciso di ampliare il raggio e ho regalato a Vittoria, la protagonista di Imperfetta una seconda edizione con una copertina tutta nuova su Amazon (link)



Il mio stile è in continua evoluzione, cambio e cerco di migliorare romanzo dopo romanzo. Ogni scritto è una faticosa palestra, che mi regala grandissime soddisfazioni.



La penna mi ha portato a raccontare favole per bambini, vincendo un concorso letterario “Di favole e di gioia” indetto dal blog Magla, l'isola del libro con il supporto dell’editore Arpeggio Libero a sostegno delle iniziative di Emergency, che fiorirà in una meravigliosa collana di libri illustrati in cui sarà pubblicato anche il mio racconto “La magia di Wit”
Un altro progetto con scopo benefico sta prendendo forma e si tratta di una raccolta di racconti contro il femminicidio i cui proventi saranno donati ad un centro antiviolenza. 
Infine, il terzo romanzo è già pronto per essere pubblicato e... tante, tantissime nuove idee per le prossime avventure letterarie!




Imperfetta offre l’occasione per guardarsi dentro e ritagliarsi un angolo di privacy in cui entrare in punta di piedi nella vita di una giovane donna che ha perso di vista i punti focali del suo io. Attraverso gli eventi sono narrati i processi psicologici del processo di guarigione dal condizionamento psicologico verso la libertà di essere esattamente la persona che si desidera. 



In un momento di relax, o dopo il lavoro in tram o in metro per staccare dalla routine quotidiana.

1 commento: